videogame_asset
local_offer Recensioni, Roba Altrui

Siccome non c’ho il tempo da scrivere robe per Gioca Giuè ma la notte, anzi la mattina, quando vado, a dormire, mi vengono, i sensi, di colpa, allora che ho pensato ho un amico PAZZO cinese dal nome italo-australiano (NON SCHERZO) chiamato Dino Fitzpatrick, laureando dottorando in scienza dei videogiochi cinesi (NON SCHERZO), allora ci ho detto, invece di perdere la vita giocando a Antichamber, scrivi un qualche bel pezzo che parli dei videogiuochi della tua terra, facci sognare. Vi presento dunque il primo articolo scritto da Dino in arte Playbourer per Gioca Giuè: una recensione di un rip-off cinese kung-fu di Diablo II tradotta con google translate.

(DJ Kimchi)

Giocatori cinesi, nerd, fanbois fiction e fanatici storia cavaliere errante sia sempre desiderato un gioco caratterizzato Kung Fu, reale coinvolgente e realistica azione Kung Fu con i grafici di fantasia coinvolgente storia. Ogni singolo settore dello spettacolo in Cina, dal cinema, alla musica, all’industria gioco hanno sempre cercato di alimentare la fame insaziabile di più sogni bagnati cinesi di asini con calci non dominazione fisica (simile alle azioni occidentali), ma auto-restrizioni e pura mentale durata del dolore e della sofferenza e la volontà di sacrificio per il bene più grande. L’industria del gioco, in particolare, non è riuscito a creare un’esperienza coinvolgente.

Daojian (“Lame e spade”) è probabilmente solo ARPG decente cinese mai esistito. Pubblicato più di 10 anni fa da un morbido piccolo pixel in studio, è stato ignorato o comunque non ancora celebrata dai giocatori tradizionali cinesi che erano troppo occupati a macinazione in Diablo 2, al momento. Il gioco non è sicuramente un altro copione semplice dei videogiochi stranieri (in questo caso o Diablo 2 il genere ha aperto) come la maggior parte dei giochi cinesi sono. La sua originalità è sensazionale e il suo scopo è chiaro: per realizzare il sogno cinese supereroe. Per la prima volta e probabilmente (purtroppo) l’ultima volta, Kung Fu effettivamente funziona come in un videogioco. Giocatore solo sbloccare abilità attraverso fino livello ma nessuno dei quali sono completi – sono solo segmenti di movimenti, o un movimento (come un calcio, un punzone, un salto, o uno sweep) e giocare a combinare questi frammenti in una sequenza che poi vengono eseguite in successione combattimento senza interruzioni. Player accumula successi consecutivi per mantenere i nemici e colpire evitare di essere colpiti premendo spazio per schivare nemico attaccato da mischiare al traguardo a velocità folle. Non hanno voce immensamente sistema completo in Diablo serie e non mirava affatto invece semplicemente avuto un sistema gioiello dove i giocatori possono saccheggiare diversi tipi di gemme e poi unire o perfezionare per una gemma migliore qualità con migliori statistiche. Questa progressione non ha molta diversità e, in un certo senso, ingranaggi e oggetti sarà contro il concetto stesso di cavaliere errante. Potenza del cavaliere non dovrebbe avvalersi delle attrezzature – le spade di qualsiasi qualità, o anche una foglia caduta può essere un’arma letale per la forza interiore del cavaliere e del perfezionamento del controllo del corpo. Il giocatore è concesso il privilegio di essere il maestro di Kung Fu, per creare il proprio set di mosse e anche il nome. La mancanza di varietà di diversità marcia anche scoraggiare ossessiva rettifica in quanto l’incentivo per una migliore ingranaggi può essere facilmente raggiunto attraverso la progressione della storia. La rigiocabilità sta nella padronanza dei diversi set di mosse.

Questa schermata mostra la finestra per la modifica e la combinazione delle competenze.
Questa schermata mostra la finestra per la modifica e la combinazione delle competenze.

La grafica e la colonna sonora di questo gioco è stata probabilmente già pioniere del mercato interno, al momento, o in un certo senso, oggi, un momento in cui migliaia di giochi prodotti ogni anno e si può quasi garantire il 99 per cento di loro sono pezzi di merda supremi, il resto 1 per cento sono le stronzate finale di là dell’immaginazione umana. Sì, probabilmente ci sono milioni di Wuxia a tema (cavaliere errante) videogiochi prodotti, ma quasi delle quali sono semplicemente merda fino al collo, molto pochi possono effettivamente toccare l’azione in tempo reale. Una narrazione coerente e coinvolgente simile a quei romanzi è che gli sviluppatori possono raggiungere al massimo fino alla comparsa di Daojian. Non è più importato in stile giapponese combattimenti a turni, ma per la prima volta, l’azione in tempo reale è realizzato in modo è necessario tecniche e strategia intenso di incantesimi e premiato, soprattutto, Wushu (arti marziali) è fatto in un modo Wushu. Kung Fu non funziona mai come una magia o di un colpo di spada di massa seguita da un effetto esagerato speciale diffondere l’impatto dello sciopero. Ha bisogno di azione intensa e un controllo accurato. Un gioco recente hurricaneX2, ancora una volta da uno sviluppatore indipendente, ha utilizzato alcune meccaniche simili in Wushu combattimento vero e proprio movimento tempo mescolato con tecniche di movimento complesso che richiede pratica per padroneggiare. Ma non può essere buono come Daojian perché è ancora un imitatore di Street Fighter impostato in cinese sfondo cavaliere errante. Manca l’apertura, le avventure, e la progressione che un APRG in grado di fornire con facilità. La libertà di creare il proprio stile di Kung Fu rende facilmente il gioco sospeso tra milioni di altri tentativi di produrre un’esperienza personalizzata wuxia.

Alcuni dei mostri nel gioco
Alcuni dei mostri nel gioco

La storia è distintivo in quanto diversamente dalla maggior parte delle storie di cavalieri erranti impostati durante dinastia Qing in poi, è inserita in tempi antichi, che è l’era mistico di guerre tribali tra Chi è e Huang Di-poi inquadrati come la guerra che conduce a quella iniziale identificazione dei cinesi contro le invasioni barbariche da parte Confucio. Se si ha familiarità con il testo classico, Chi Ti appare nei testi confuciani solo come il cattivo contro il Han civile, in ultima analisi, il cattivo potente, così come nel gioco. L’in-game lontano carattere imprese a cercare vendetta da Chi Te. Molti dei mostri in gioco sono riconoscibili se avete letto Shan Hai Jing (letteralmente il classico delle montagne e dei mari), un libro magnifico antico documentare aree geografiche e strane creature in Shang Gu (al di là di antica) volte più uomo-scimmia testa, umano tigri testa, a tre gambe di capra con la testa umana e un corno sulla fronte. I riferimenti sono incredibili anche difficile alcuni di loro non hanno senso. Dialoghi, le posizioni sono anche riferimento testo antico. Crea un viaggio mistico rara in una storia che non è mai confuciani cura di esplorare.

Shan Hai Jing
Shan Hai Jing

E sì, c’è una scelta da fare alla fine del gioco, il giocatore può scegliere se uccidere o partecipare a Chi Te. Tuttavia, la conseguenza di questa scelta è … diciamo … un po ‘contro ogni tipo di game design. La scelta è sbilanciata e dal momento che questo gioco non ha punti di salvataggio (si comporta come per D2). La conseguenza è permanente. Se si sceglie di uccidere Chi Tu, il boss finale, dopo la sua morte, verrà incoronato come l’eroe che ha salvato il mondo degli umani e ha continuato a esplorare per cattivi uccisi più contorte e cacciato sia dal paradiso e l’inferno per rompere l’equilibrio . Tuttavia, se si sceglie di aderire Chi è, la prossima cosa che sai è che rimangono intrappolati nel regno buio tra Yin Jie (morto) e Yang Jie (vivente) e braccato da dieci migliori guerrieri dell’epoca. Anche voi uccidere i dieci migliori guerrieri, che è follemente difficile, sarete ancora intrappolati in questo regno transitorio senza essere in grado di tornare alla vita. Si tratta di una maledizione e lo progettare in questo modo. Non vi è alcuna uscita per il male, mai. Ero l’strambo che era ossessionato Chi Tu e il suo eroismo di odiare tutti gli altri così ho scelto di unirsi a lui, alla fine. Poi ho affrontare l’oscurità infinita di respawn in uno spazio non sembra fine ma solo un piccolo foro. Ho provato così tanto in tutti i modi di trovare una via d’uscita. Col senno di poi, questo progetto può sembrare ridicolo e squilibrio e tutto, ma in realtà un senso. Ci sono tre regni, regno umano, paradiso e inferno. Uccidendo Chi è, il giocatore sceglie di rompere l’equilibrio dell’universo e portare a nuove guerre così si deve continuare avventure in un mondo che hai vissuto. La guerra continua e il salvatore porta a più causalità. D’altra parte, unendo Chi Tu e ritirandosi dal conflitto tra il cielo e l’inferno porta a equilibrio e la pace. Ma questo sacrificio gli esseri umani, che aggrava le élite umani. Eliminando i rappresentanti umani, si sono lasciati con nulla da fare perché la resistenza umana contro i demoni sarà inutile e quindi cessare le guerre. E l’equilibrio è finalmente restaurato e lettore viene lasciato solo in un regno eterno a meditare l’essenza della vita. Fine.

8 querele

pensate solo come traducendo un verbo tutti i giochi de merda multiplayer che alla fine poi odio (ma è na cosa mia di gusto, voi giocatece quanto vi pare) si basano su una sola cosa: LA MACINAZIONE!!!!!!!! LA MACINAZIONE!!! DIOCRISTO! TUTTI NEI MULINI A MACINARE!!!!!!!!

Controquerela

io credo che abbiamo appena trovato la definizione di Videogioco:

“Player accumula successi consecutivi per mantenere i nemici e colpire evitare di essere colpiti premendo spazio per schivare nemico attaccato da mischiare al traguardo a velocità folle.”

Controquerela

Minaccia una querela

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.