videogame_asset
local_offer Recensioni

Allora innanzi tutto se vi comprate Starcraft II mettete il frame cap a 60. Questo perché una settimana fa il mio portatile mostrava d’improvviso uno schermo a righe (vedi Illustrazione 1.01).

verticali sì
1.01: Può succedere improvvisamente, senza lasciare scampo. Le righe.

Queste righe tuttavia non erano immobili, anzi, procedevano con il saturarsi lentamente da destra verso sinistra, fino ad ottenere, dopo 20-30 minuti, una luminescenza piuttosto inquietante ed osservata solo in organismi delle profondità abissali – inoltre, pareva che i pixel rischiassero di bruciarsi definitivamente. Era un problema anche conosciuto che alcune cinematiche real-time di SCII, tra cui quella del menù di gioco, potessero fottere le schede video, ma io ero convinto che le percentuali basse non si applicassero mai alla vita reale – è un po’ la stessa cosa di cui ti rendi conto che la pillola del giorno dopo era un’opzione da considerare quando quella volta eri quasi sicuro di esserti trattenuto fino all’ultimo, quindi me n’ero bellamente fregato e avevo lasciato che la scheda video si riducesse ad una macchia nera sulla bellissima motherboard arancio-cocktail. Mandato il VAIO COSTOSISSIMO DEMMERDA in assistenza – senza precisare di averlo fuso dopo tre ore di Starcraft II non protetto (immagine 1.01b) – mi sono dunque messo sul letto, preso a malissimo, cercando di portare avanti oltre le trenta ore di gioco già raggiunte il magnifico Final Fantasy IV (versione rinfighettita per NindendoAIDS).

I pixel gli danno quella superficie stimolante.
1.01b: Frame cap. E' consigliato indossarlo prima di sfide online con partner occasionali e non.

Il post potrebbe dunque vertere su quanto cazzo spaccavano i Final Fantasy fino al 6 (e ovviamente anche il 7 e l’8, che io l’ho amati ma per motivi diversi), ma insomma narrarvi l’emozione che uno può continuare a provare quando sblocca l’ultima area e l’ultima aeronave e passa serate ad andare in giro per la minimappa rigorosamente 2D (come tutto il resto, ai tempi) a godersi il mondo di personaggi non giocanti che ripetono con serenità le loro battute scriptate, che ti premiano con gratitudine gratuita arrivando persino talvolta ad affidarti delle minuscole sidequest dalla ricompensa esagerata – un nuovo augment, DAJE!, un’evocazione coatta tipo Odino, SII! – narrarvi quest’emozione sarebbe precoce ora, perché devo ancora tornare in superficie dalla moglie di Yang, un grandissimo monaco tipo-Shaolin roscio e con I BAFFI da pornoattore anni ’70 trapiantato a Roma70, a dirle che suo marito sta bene, ha ricevuto la Padella dell’Amore e tornerà presto quando le Silfidi avranno curato la sua sifilide (no, scherzo) e il gioco sarà intanto terminato in un tripudio probabile di filmati in cg conclusivi. Intanto però c’ho ancora tutta la Luna da esplorare con la fantastica aereonave coatta e tutti i boss incontrati finora da uccidere di nuovo in versioni potenziate. Questo perché i primi Final Fantasy che ancora non avevano una storia diciamo psicologica (anche se il 7 e l’8 li ho amati, ripeto, eh, tocchi steampunk, cose tragiche, Garden volanti che giocavano sulla nostra invidia per i college ammericani e purtroppo una tendenza all’apparenza omosessuale dei personaggi che ha raggiunto il suo apice con gli orendi FF10 in poi; e ripeto: non ce l’ho coi gay, però non mi piace giocarne le fintamente eterosessuali storie d’amore fantasy, tutto qui) possedevano in loro una bellezza fatta di sicurezze e routine: primo, il mondo non era mai piccolo come ti sembrava all’inizio, e durante decine di ore di gioco subivi almeno un paio di volte un repentino allargamento del mondo esplorabile, tipo: “oh cazzo, quindi fin’ora ero solo su un’isola galleggiante, e sotto c’è tutto un pianeta!”, oppure “dio latte, ora ho tutto il sottosuolo e pure la Luna da esplorare”, esperienze paragonabili alla vertigine da infinito che l’Europa sperimentò a fine ‘500 con la scoperta delle Americhe (TI VOGLIO BENE, CRISTOFORO!); e secondo, le aereonavi. Per me il picco resta la stupenda Ragnarok di FF8, ma insomma il concetto romantico di nave volante come mezzo impossibile che unisca i tratti fantasy, gli accenni steampunk e le derive futuribili – tipo la spettacolare Lunar Whale di FF4 (immagine 1.02/1.03) – resta l’apice di tutta una concezione di gioco di ruolo giapponese improntata alla lenta e graduale e generosa progressione di mezzi di trasporto come traguardo finale per godersi il libero girovagare a farmare punti esperienza e reiterare dialoghi scriptati (altro che free roaming!). Ed io li ho sempre amati, i mezzi di trasporto.

era meglio fatta di pixels
1.02: Lunar Whale fatta di poligoni. Il design futuribile-galeonistico rende l'esplorazione lunare una chiccheria crassa d'altri tempi.

Alla fine sono finito a parlare di Final Fantasy anche se non volevo. Comunque l’assistenza Sony spacca, perlomeno quella di Francoforte, in 6 giorni lavorativi ho riavuto il VAIO DEMMERDA pulito, lucidato e con una scheda madre nuova. Userò sempre il frame cap d’ora in poi.

Da paura i pischel.
1.03: La Lunar Whale fatta di pichsel, ed il vortice che prefigura la forma delle moderne ventole da 9.2 cm.

Ed in realtà volevo solo ricordare che qui scriviamo una montagna di cazzate ma c’è gente che quando parla di videogiochi ti fa veramente commuovere, e tutto il preambolo era mirato a farvi vedere quanto ancora ho da imparare rispetto ai Maestri da cui dobbiamo Imparare. E quindi da oggi inaugurerei una nuova sotto-rubrica che quasi sicuramente non avrà alcun seguito, perché odio le serializzazioni e soprattutto i serial, nonché quelli televisivi, e ‘sta cazzo di moda delle serie tivù, una sotto-rubrica chiamata Maestri da Imparare, o viceversa. Oggi la rubrica sarà dedicata a colui per cui è stata creata, ovvero

STUART CAMPBELL

Stuart è un’autorità in UK, possiede decine di migliaii di vidiogiochi, è campione di Pong da quando Pong non esisteva e scrive pezzi che fanno paura per passione, precisione e insight. Definito anche “The videogames journalism’s answer to Al-Qaeda”, Stuart ci presenta oggi, in non-esclusiva per Gioca Giuè, una sua recensione esegesica piena di amore per il gioco della madonna n°32 che tutti dovreste possedere nella partizione segreta del vostro disco rigido per chiudervici quando è notte molto fonda oppure quando avete usato le pasticche colorate e che risponde al nome di

GRID WARS.

Daje.

9 querele

a proposito di sfidare la sorte (vedi tag), facciamo aggara a quante ore abbiamo perso per non aver voluto salvare ad un gdr?

il mio record è 6 ore e spicci nel sottomarino di final fantasy 7 cercando di beccare i power up per le caratteristiche dai mostrazzi.
Causa perdita: playstation caduta e apertasi per inciampo sul filo del pad.

seguono 20 minuti di me con questa espressione :O che cercavo pateticamente di richiuderla PIANO (LOL), sperando che l’immagine freezata e sfasata rimasta sulla tv sarebbe ripartita normalmente.

Controquerela

ecco mi son messo a emulare ieri sera ff4DS dopo aver riletto il post e vabbè che lo abbandonerò perchè mi fa casino con l’emulatore e ripiglierò il remake playstation, però volevo dire che i vecchi FF fanno bene al cuore.

Poi io li considero i vecchi fino al 7 perchè il 7 c’ha messo LA PSICOLOGIA sì, ma non c’era ancora L’AMMORE che è arrivato davvero con l’8;
8 bello eh, per tanti versi, ma è stato l’inizio della fine.

la rubrica maestri da imparare si, dai. Copò nel sito nuovo dai! E ci vuole pure un pezzo su (LOL) gallarini e mastrota, pionieri.

Controquerela

Oh, io per la sorpresona (vabè ormai spoilerata :D ) sono in attesa delle grafiche dalla mugliera di Pikkio (mancano un po’ di dettagli da modificare) e poi un rapido brainstorming tra noi 3 (non me ne vogliano gli altri, ma siamo quelli che hanno scritto di più, quindi oh puppate) per decidere cosa tenere cosa buttare e cosa rinnovare e poi andiamo online.

Piuttosto, Kid, non so se lo puoi fare, ma se puoi vatti a cambiare l’indirizzo email da quello finto del Pikkio a uno tuo vero così ti aggiungo su MSN e procediamo là…

Controquerela

e certo che scriverai ancora! cambia solo il dominio e sarà tutto più bello (anzi più togo giusto e forte come conte dacula) DAJE!

Controquerela

Esatto!
Ci leviamo dal mio dominio che dati alcuni post del mio vecchio blog personale è andato in blacklist su tutti i firewall aziendali (oh che potranno mai fare le immagini hentai di Conan detective con gli occhiali, se non decuplicarmi i click a buffo), e facciamo qualche modifichina grafica per identificarci un po’ meglio e una risistemazione delle categorie.
Per il resto rimarrà tutto uguale: articoli, commenti e autori verranno importati di netto, quindi manco vi dobbiamo riregistrare!

Poi sul nuovo sito, sarà cura di tutti spammare a nastro su tutti i social network e i forum che uno frequenta, finché un giorno la game industry si accorgerà di noi e mi invierà le promo dei nuovi giochi di Mitsuguchi che giocherò alla faccia vostra e cadrò in stato di epilessia sinestetica perenne e non vi cagherò mai più.

Controquerela

Minaccia una querela

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.