Gioventù Ribelle

Cari Lettori. Care donne oggetto. Gioca Giuè sta passando un momento difficile. Pochi fondi, ostracismo dei media, crisi della carta stampata, concorrenza spietata e soprattutto una sostanziale mancanza di qualità nei nostri redattori. Comunque non ce ne frega un cazzo, e pur di alzare un po’ il contatore di visite mensili la redazione ha deciso all’unanimità di adottare il più abietto e vile dei metodi – conformarsi alle richieste di mercato, inseguire la notizia, buttarsi nel mainstream.

Come tutti saprete, da pochissimo è uscito un album eccezionale, presentato a sorpresa da una delle più grandi band indie rock mondiali: Ling of Kimbs dei Radiohead, un disco dedicato neanche troppo subdolamente al viscido mondo degli Zerg. Pochi però sanno che, in contemporanea, un evento simile ha scosso il mondo videoludico nazionale ed internazionale. A sorpresa, il Governo Italiano ha annunciato che l’Italia ha compiuto 150 anni. Mentre i cittadini erano ancora scossi e basiti dalla subitanea annunciazione, ferventi i preparativi per la grande festa della Nazione, il nostro Governo (Gioca Giuè vota Forza Italia dal 1996) si è superato, e – giuro, mi sono uscite le lacrime giorni fa – ci ha donato il più bel regalo che si possa immaginare per una data tanto importante:

Gioventù Ribelle
la copertina dinamica

Gioventù Ribelle è un fulmine a ciel sereno, un colpo di reni imprevedibile per un grande Paese, che oltre a lanciarsi in fulgide imprese militari oltremare riesce ad entrare in sintonia con noi, Giovani, e catapultarci all’indietro nella storia fino alla nascita del nostro Paese grazie ad un Videogioco gratuito e patriottico, sviluppato a tempo di record e graziato dal tocco dei migliori talenti del paese.

Beta Testing
Napolitano partecipa al beta testing, scoprendo che la sua testa è formata da poligoni estrusi male

Sappiamo che parlare di Gioventù Ribelle è, ormai, una mossa fin troppo prevedibile. Tutti lo abbiamo scaricato, giocato, rigiocato, condiviso con amici e parenti, pubblicizzato all’estero, dissezionato fin nelle pieghe più recondite per scoprirne le inesauribili grazie estetiche e strutturali. Eppure, duole ammetterlo, siamo a corto di lettori: ci affidiamo alle grazie degli indici di Google, sperando che le parole chiave di questo articolo (Gioventù Ribelle Immenso, Gioventù Ribelle gioco del decennio, Gioventù Ribelle Walkthrough, Gioventù Ribelle nude hack, Gioventù Ribelle cheat, l0li, Sparare in faccia al papa, Gioventù Ribelle Mod) ci aiutino nel rilancio di questa nostra operazione editoriale.

Arte
Passo le ore a esplorare i muri di Porta Pia riprodotti con fotorealismo e texture all'avanguardia. Marronismo.

Senza entrare nei dettagli o nella emozionante avventura della produzione del gioco in sé, questo vuole essere solo un breve Elogio, un caloroso saluto e ringraziamento a tutti Coloro i quali hanno lavorato su un cotale Progetto: grazie, programmatori forse non pagati perché amatoriali diplomati allo IED, grazie Giorgia Meloni ministro della Gioventù, grazie cosiddetti “sparatutto”, grazie tecnologia d’avanguardia dell’U3 Engine, grazie 500.000€ che le malelingue dicono qualcuno si sia intascato MA NON E’ VERO, PERCHE’ QUESTO E’ UN MOMENTO PATRIOTTICO, NON CI PROVATE A METTERE IN MEZZO LA POLITICA, grazie Italia, 150 anni all’avanguardia videoludica e non sentirli.

VIVA L'ITALIA!!! 150 di questi anni!
L'annuncio ufficiale dalla Rassegna Stampa del Governo Italiano: 0 si fa l ’ italia osi muore. E allora salva spesso che sennò sono dolori.

Gioventù Ribelle, dice il Sig. Carbone il Sig. X Misterioso che Querela Wikipedia, che non so chi sia, è un gioco che si pone come obiettivo il semplice dimostrare che l’Italia può competere a livello internazionale. Caro Sig. X Misterioso: sei troppo modesto, e lo sai. Grazie per Gioventù Ribelle, che ad Americas Army gli piscia in testa – Gioventù Ribelle non deve dimostrare niente a nessuno. Gioventù Ribelle è IL videogioco, un’opera di tale spessore che può permettersi, sfacciatamente, di mantenere persino la schermata iniziale dell’Unreal Development Kit come menù – tanta è la perfezione del contenuto, che poco importa la confezione.

Unreal 3
Si sa, i Bersaglieri avevano l'armatura, la salute al 100% e i Rifle Gun. La breccia di Porta Pia l'hanno aperta con una shock combo.

Gioventù Ribelle non è solo un regalo, è una Sfida. Grazie alla “visuale soggetivae mirino” del rinomato engine Unreal 3, Gioventù Ribelle (Gioventù Ribelle Recensione, Gioventù Ribelle trucchi, Gioventù Ribelle torrent, Gioventù Ribelle xxx, Gioventù Ribelle wallhack) è un coraggioso tentativo di alzare il tenore della competizione tra software house, senza esitazione alcuna. La Epic osserva con timore e reverenza la solidità del level design di Gioventù Ribelle, e di fronte al sagace riutilizzo dei suoni originali di Unreal 3, calati in un contesto rivoluzionario, non può che abbassare lo sguardo. In pochi mesi, un manipolo di arditi level designer, modder e programmatori freschi di diploma hanno destrutturato intere decadi di sviluppo videoludico per piegarlo alla poesia dell’Unità Nazionale, riconsegnandoci un prodotto amatoriale che di amatoriale ha ben poco.

Bersagliere God Mode
Grazie alla protezione dell'Italia Unita, i Bersaglieri sono immuni ad ogni tipo di danno.

Vorrei spendere delle parole su alcuni punti chiave di Gioventù Ribelle. Innanzi tutto la fedeltà storica, che riesce a superare se stessa, presentando all’interno del videogiuoco delle verità nascoste persino ai migliori storici. Nessuno, apparentemente, sapeva dell’esistenza di questo eroe anonimo che impersoniamo come protagonista, vestito di una scintillante armatura plastica, e armato di un potentissimo fucile laser mascherato, grazie a tecniche olografiche rinascimentali, da semplice rivoltella. Grazie a Gioventù Ribelle, molti misteri sulla Breccia di Porta Pia potranno trovare una nuova e più coerente soluzione. Altra stupefacente scoperta riguarda il cielo di Roma, 150 anni fa, così come non l’avevamo mai visto: ebbene sì, prima dell’inquinamento atmosferico, Roma aveva l’HDR incorporato, e nuvole temporalesche minacciavano con tornadi in lontananza le verdi colline dell’Urbe, illuminate da una luce irreale che probabilmente stimolava i Bersaglieri alla lotta, donandogli al contempo un’immortalità sacra; non a caso, il fucile laser del nostro anonimo eroe non corre mai il rischio di colpire i propri amici, inscalfibili e impassibili.

sotto 'r cielo de 'sta città
I nemici muoiono dopo due colpi, e prima di sparire tentano un ultimo passo di limbo.

Proprio ai Bersaglieri va il mio saluto ed il mio ringraziamento, perché grazie a Gioventù Ribelle ho imparato molto su di loro, sui costumi storici, le armi e gli equipaggiamenti, e i passatempi – sono davvero contento di sapere che anche nel 1870 i bersaglieri passavano il tempo libero vagando nell’accampamento e allenandosi nel ballare la dubstep, come sospesi a pochi centimetri dal terreno, il corpo curvo in pose sexy e serpentine.

Dubstep Porta Pia
Due bersaglieri sotto keta stanno fluttuano come zombie Thom Yorke ballerini.

Oltre le peculiarità e i tocchi di classe estetici, Gioventù Ribelle ha contribuito in maniera decisiva a smentire con fermezza molti luoghi comuni sulla storia del nostro paese, rivelando talvolta degli interessanti retroscena, spesso non sospettati nemmeno dagli storici o dai linguisti più qualificati. A livello locuzionale, avrà stupito tutti voi appassionati di Gioventù Ribelle [Gioventù Ribelle serial, Gioventù Ribelle aimbot, Gioventù Ribelle skins, Mara Carfagna nuda, Mara Carfagna Bocchino (cognome), mi piace mia sorella?, bocchino (atto sessuale), Gioventù Ribelle screenshot] scoprire che a fine ‘800, proprio a causa della ancora non-Unità Nazionale, l’inglese era una lingua ancora molto diffusa sul Sacro Suolo Nazionale. Grande quindi l’aderenza storica di Gioventù Ribelle nel riproporre le esclamazioni che Dio Onnipotente faceva rimbombare dai Cieli per incoraggiare i bersaglieri, come “rampage!” “overkill!”, “3,2,1 PLAY” et similia; una nota di colore anche sulla volgarità baldanzosa dei bersaglieri, che spesso e volentieri, quando messi sotto stress fisico con un ardito double jump, emettono un rutto dalle tonalità aliene. Interessantissimo anche notare come all’epoca, per mantenere la segretezza di azioni sotto copertura, sia alleati che nemici si chiamassero l’un l’altro, indistintamente, Player – come distinguere amici da nemici, dunque? Nessun problema, data la protezione divina di Gesù, infusa tramite l’HDR e il dubstep sulla sciallezza dei modelli poligonali: i nemici muoiono, gli amici no.

Enolas
Enolas è un enigma parte del livello. Nessuno, in questo modo, poteva scoprire di trovarsi in un Salone - e se mai l'avesse scoperto, trovandosi all'esterno sarebbe imploso per il conseguente mindfuck.

Per quanto riguarda le trame più occulte della storia, non posso astenermi dal trattare una delle più grandi rivelazioni che Gioventù Ribelle ci dona, prontamente individuata dal salace Made in Pergola nella sua videorecensione (dalla quale sono ritagliati, con modestia e imperfezione, tutti gli screenshot di Qualità di questo umile articolo) e che mi limito a riportare brevemente: Roma, sotto il suo cielo HDR e le colline verde smeraldo, celava ai tempi – e forse ancora oggi – dei tunnel scavati nella merda.

I tunnel di merda
Bump mapping a manetta grazie alle texture crapload_#32 e filthyshit22b_v2. Occhio agli xenomorfi e al colera.

Ed è proprio in questi tunnel, lunghissimi e pieni di curiose varianti (gira a sinistra, gira a destra, bloccato da alcune casse vuote, torna nel tunnel dritto, arriva alla fine) scavati nella merda, che il nostro bersagliere skrall con shock rifle mimetizzato dovrà calarsi, in un’umida e stantìa atmosfera carica di tutta l’oppressione clericale e intestinale da sconfiggere, scoprendo in questi scenari alla Dead Space l’entità reale del nemico – non tanto il Papa, non tanto la Chiesa, lo Stato Pontificio, quanto l’abuso del bump mapping.

Sam Raimi
Come vedete il bump mapping infesta il terreno uscendo dalle gallerie della merda, corrompendo la qualità delle texture.

E’ quindi svelato un ulteriore livello interpretativo di Gioventù Ribelle: oltre all’Italia, la Storia Siamo Noi, la Rivoluzione, il Patriottismo, la Protezione Divina, i Cieli del Destino, c’è una serratissima critica all’uso smodato del bump mapping, ormai diffusissimo nell’industria videoludica odierna, spesso con risultati disturbanti e disgustosi. Non è un caso che  i tunnel di merda marrone siano lunghissimi, estenuanti, opprimenti e monotoni, e non è neanche un caso che per il livello (geniale in questo l’idea dei Programmatori di ricondurre un episodio storico ad un solo livello, per una perfetta resa storica 1:1) sia costellato di misteriose apparizioni di melma bump mappata che emerge dal terreno infestando il paesaggio.

Fieno Melmoso
Il bump mapping invade il mondo esterno tramite estrusioni che mollificano i materiali più comuni - qui, del fieno melmizzato.

Gioventù Ribelle è un gioco storico, o meglio, un’avventura nella storia, ma non solo – è l’avventura di un eroe anonimo, Player, un alieno sotto le spoglie di un Bersagliere, armato di fucile laser e a volte sconsiderato nel lasciarsi sfuggire rutti gutturali, impegnato nel combattere nemici immobili e nel difficilissimo tentativo di non sprecare proiettili contro alleati invincibili, il tutto cercando di sconfiggere l’invasivo bump mapping senza lasciarsi distrarre dalle maravigliose architetture della ancor giovine Italia o dalle sue prelibatezze culinarie.

papere e salami
Come resistere ad un salame e a due papere congelate nella frizzante aria del mattino?

Eppure, ogni bella storia ha una fine – tranne quella del nostro fantastico Paese, si spera, ovvio!!! Auguri Italia! – e anche Gioventù Ribelle deve avere un finale. Eppure, i Programmatori sembrano non aver voluto cedere del tutto a questa ovvia struttura narrativa, quasi presi da un fervore anti-strutturalista, cercando in tutti i modi di allungare la già estesa longevità del Titolo ricorrendo ad una azzardata – ma a mio parere pienamente azzeccata – struttura circolare. Non appena giunti, dopo ore e ore di avversità ed estenuanti ma appaganti esplorazioni e atti riottosi, di fronte al proprio obiettivo – Egli, ebbene sì, il Papa – tenendolo sotto tiro, assaporando finalmente il sublime piacere di sparargli due colpi bene assestati di archibugio sull’ampia fronte benevolente, l’Imprevedibile accade, la Storia si riavvolge in un istante davanti ai nostri occhi, e siamo teletrasportati all’inizio del quadro, allo spawning point da cui il nostro eterno viaggio dovrà, di nuovo, cominciare. Se questo sia dovuto, come intuito dal Sig. Alberto Formica, a dei presunti poteri telecinetici del Pontefice (poteri dei quali non vi è accenno nel gioco, lo dico per evitare eventuali querele della Santa Sede), non posso stabilirlo. Mi piace pensare che questa, assieme a tante altre, sia una geniale trovata dei Creatori di Gioventù Ribelle, alla quale forse non c’è davvero bisogno di trovare una spiegazione razionale; l’Arte, in fondo, non ne ha mai bisogno.

Il Papa.
Il boss finale. E' il papa.

26 querele

CAPOLAVORO VERO. Era da millenni che aspettavamo un gioco il cui boss finale fosse il PAPA! Altro che quella mammoletta di Hitler in Wolfenstein 3D!

Controquerela Controquerela
Copons

Lo giuro: è da quando ho saputo di questo gioco che sto considerando di comprare un pc con Windows sopra.
Cazzo, non poter giocare a Gioventù Ribelle è forse il più grande rimpianto dell’avere un Mac.

Controquerela Controquerela

LULWUT?
a me fa ridere soprattutto il fatto che non si sono resi conto che è il 2011, esiste l’internet, e l’internet non perdona.

Controquerela Controquerela
DJ Kimchi

PS: Clamoroso come l’articolo di Repubblica su Gioventù Ribelle sia riuscito a NON CAPIRCI UN CAZZO come al solito.

Controquerela Controquerela

Il loop dopo lo scontro con il boss mi riporta, per qualche oscuro motivo (l’opposizione bianco/nero?) mi riporta al G-Man di HL, e a quella fine che se non ti accodavi ai suoi desideri eri fottuto nel pianeta alieno.

No, comunque questo mio commento è per dire soprattutto che vaffanculo mi sono levato il dente del giudizio e sto soffrendo come un cane e non dovrei ridere

Controquerela Controquerela

kudos per te
sei un genio :D
i tunnel di merda mi han fatto cappottare

Controquerela Controquerela
Kid Icarus

voglio anche il sequel, qualcosa tipo knights of the second republic:D

Controquerela Controquerela

ma si può sparare al papa? se sì è VERAMENTE il gioco dell’anno

Controquerela Controquerela

Non so chi cazzo sei, DJ Kimchi, ma sei un grande. Ringraziarti per le risate sarebbe riduttivo. Questo post dovrebbe essere oggetto di una tesi di dottorato sul postmodernismo.

Controquerela Controquerela

Ecco come il Vasari avrebbe analizzato Gioventù Ribelle se fosse ancora vivo. Compllimenti vivissimi per un articolo veramente ben scritto e divertente.
Sono davvero rotolato per terra :)

Controquerela Controquerela
Pikkiomania

DJ Kimchi è un genio speriamo torni presto in Italia (è stato esiliato qualche mese in posti dove parlano strano) a rendere la nostra Nazione più Gloriosa!!

Controquerela Controquerela
Erania Pinnera

Io c’ho un Mac, tra l’altro con Snow Leopard, e ho intimato il mio ragazzo che c’ha il Uindous a scaricarsi Gioventù Ribelle che lo voglio giocare.

Perché l’ho capito dai commenti, che era una cosa vera. Pensavo fosse una presa per il culo ma è tutto vero.

Controquerela Controquerela
Copons

AHAHA Pinny è TUTTO VERO CAZZO!

Comunque dopo l’enorme figuremmerda hanno rimosso il link per scaricarlo.
Ma non disperare e dì a Izze che è facilmente recuperabile su qualsiasi sistema di file sharing!
Evviva l’Unità d’Italia, evviva Garibaldi (che una volta ho visto insieme ad Anita in una frazione di Capannori, provincia di Lucca, e gli ho chiesto indicazioni per il LuccaComics&Games), evviva il Papa (che però non ho visto :( )!

Controquerela Controquerela

E io che mi stavo demoralizzando con tutte le cattive notizie. Eppoi esce Gioventù Ribelle, purtroppo non il 1 aprile, un FPS destinato a fare la storia o a morire! (Forse è già morto, non l’hanno ritirato???) Io, da vecchio nerd, stavo pensando a dove trovare il tempo per giocare a Killzone 3 e il Governo mi richiama al dovere patriottico di servire -di nuovo- lo Stato. Ma virtualmente stavolta. Adesso voglio anche un simulatore di volo di Tornado a capitale misto parapubblico-patrocinato. Potrebbero chiamarlo Iggy Larusso’s: F.A.L.C. E basarlo su Microsoft Flight Simulator 98. Mi immagino già a sorvolare la Lyddia (vabbè avete capito quale stato mediorientale) ma senza bombardarla, così, per turismo. Come boss finale mi immagino il col. Kaddafi su tappeto volante.

Comunque bell’articolo, mi sono divertito a leggerlo.
Andate avanti così!

Controquerela Controquerela

Mmm… leggendo tutto il post non ho comunque capito se il tuo fosse sarcasmo oppure no. Il papa come boss finale c’è pure in Assassin’s Creed II, che è un pelino meglio come gioco. Per di più era un papa stronzo. Quello.
Gioventù ribelle è una merda. Va bè, fine.
Bel blog, lo addo ai preferiti.
Ciao.

Controquerela Controquerela

Sporgi querela!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *