videogame_asset
local_offer Nuove Nuovità Nuove

Come ha detto bene Copons, GiocaGiuè non è morto ma si è solo adeguato alle attuali tecnologie; il calo di frame rate ha portato con se alcuni problemi, fra i quali un fastidioso ritardo nel rilascio degli articoli (che, notoriamente, vengono pubblicati quotidianamente).

Il problema lo risolviamo oggi coprendo 14 giorni di nulla con 14 articoli che parlano di nulla (e lo faranno pure male, che va bene tutto ma dubito di avere tutta ‘sta ispirazione, già è tanto che mi è venuta l’idea di fare questa pazzia).

Per far digerire a Copons la decisione di pubblicare quattordiciarticoli in un giorno solo ho scelto di cominciare con qualcosa che a lui piace molto (quindi non la bregna):

 

Morirei, se per caso vi fosse sfuggito il gioco di parole ...
Morirei, se per caso vi fosse sfuggito il gioco di parole …

 

È indie, è un prodotto tutto italiano ed arriva da qualcuno che conosciamo bene. More Here Eye è disponibile ora per tutte le piattaforme mobili (lo sto provando ora su iPad, anche se non ottimizzato) ed è un titolo, anche se paraculo, con molto stile; lo stimolo è quello del “PORCAMADONNA!”, ossia lo stesso che si celava dietro alle meccaniche del troppo nominato Flappy Bird (senza scomodare Canabalt, che mi sembra una roba diversa) ed ogni morte, oltre a corrispondere ad una bestemmia, porta a riavviare e tentare di proseguire nel raggiungimento di record maggiori rispetto a quelli degli amici (che se un gioco non va social, di questi tempi, che gioco è?).

A differenza della puttanata con l’uccellino qui abbiamo un progetto completamente originale, gratuito e accattivante; direi che, pur essendo ancora in fase di sviluppo, un po’ di attenzione la merita:

More Here Eye su Epocu

 

Bella, il primo articolo l’abbiamo portato velocemente a casa; ah, prima di chiudere (info che metto a fondo articolo, metti che ci stanno dissapori XD), il giochillo è “inchiostrato” da TMO!

Come dite, chi è TMO??? SPAM!

Il proprietario del blog e gli autori degli articoli dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori che saranno i soli responsabili delle proprie dichiarazioni, secondo le leggi vigenti in Italia. Eventuali commenti, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Nessuna querela

Minaccia una querela

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.